Synergy Basket, Coach Franceschini commenta la sconfitta nel derby: “Paghiamo gli alti e bassi che abbiamo durante i quaranta minuti…”

Serie C Gold, Fides Montevarchi 63 – Synergy Valdarno 62

Fides Montevarchi: Provvidenza 14, Daniel 8, Hasanaj n.e., Caponi 2, Baldinotti 8, Setti n.e., Sereni T. 3, Dainelli, Sereni F., Ndaw 8, Malatesta 17, Bonciani 3. All.re Paludi

Synergy Basket Valdarno: Marchionni n.e., Corsi, Resti n.e., Bartolozzi 7, Donnini n.e., Pelucchini C. 15, Pelucchini M., Jovic 15, Brandini 5, Innocenti 2, Prosperi n.e., Ceccherini 18. All.re Franceschini

La Fides Montevarchi si aggiudica all’ultimo respiro il derby di Serie C Gold trovando il canestro decisivo negli ultimi trenta secondi di gara. Ennesima sconfitta al fotofinish per la Synergy Basket Valdarno come sottolineato da Coach Franceschini: “Ci ritroviamo dopo una settimana a commentare lo stesso epilogo della partita contro Arezzo. Siamo ovviamente molto dispiaciuti e arrabbiati ma, anche se è difficile digerire l’aver perso due partite consecutive fuori casa su campi difficili di un solo canestro, dobbiamo necessariamente trovare le forze per rialzarci e continuare ad allenarci e prepararci. Purtroppo questi alti e bassi che abbiamo durante i quaranta minuti ci stanno penalizzando e non poco. Dobbiamo lavorare su questo aspetto ed i miei ragazzi devono capire che ogni partita deve essere affrontata in maniera diversa e devono capire il perché scegliamo di preparare una partita in un modo piuttosto che in un altro. Durante la settimana avevo detto ai ragazzi che avremmo trovato una squadra che ci avrebbe sporcato ogni linea di passaggio e che avrebbe cercato come prima opzione l’1vs1 in attacco. Nei primi venti minuti ho visto una squadra che si è preoccupata di più a parlare con gli arbitri ed a lamentarsi piuttosto che a provare a stare nel piano partita e infatti siamo andati sotto anche di undici punti senza riuscire ad imporre niente. Poi nella ripresa ho visto i ragazzi reagire e cambiare faccia, hanno saputo adeguarsi ai contatti ed indubbiamente a difendere meglio ma soprattutto hanno saputo reagire per l’ennesima volta alle difficoltà e questa volta non solo tecniche. Non dimentichiamoci infatti che a inizio secondo quarto abbiamo perso Brandini che è dovuto andare al Pronto Soccorso per un colpo fortuito allo zigomo che gli ha procurato una profonda ferita e, nonostante questo, ancora una volta ce la siamo giocata fino all’ultimo possesso. Sono quattro le partite che abbiamo perso di un solo canestro, potevamo avere otto punti in più in classifica ma purtroppo non è così. Domenica prossima contro Altopascio avremo una partita che sarà uno scontro diretto e dovremo in tutti i modi farla nostra”.

Articoli simili

Lascia un commento

Top