Campionato Europeo Sordi, il montevarchino Matteo Bartoli sfiora la medaglia con la Nazionale Italiana: “Esperienza unica…”

Si sono svolti dal 6 al 16 giugno 2019 in Sardegna i Campionati Europei di Pallavolo Sordi che hanno coinvolto otto nazioni per un totale di 13 squadre ed oltre 200 atleti. Riflettori puntati sull’Italia impengnata sia con la formazione femminile che si è aggiudicata addirittura il titolo continentale sia con quella maschile giunta al quarto posto.

Tra gli azzurri scelti dal CT Bruni anche il montevarchino classe 1990 Matteo Bartoli in forza al Valdarninsieme nel campionato di Serie C. Dopo numerosi raduni organizzati a Verona, Calenzano, L’Aquila, infatti, sono stati selezionati soltanto quattordici giocatori e tra questi Bartoli che ha indossato la maglia azzurra numero tredici durante la kermesse.

L’esordio con successo contro Polonia e Bielorussia, poi il ko contro l’Ucraina (futura vincitrice dell’edizione), quindi il netto 3-0 rifilato alla Francia. Nella semifinale però la Nazionale Italiana nulla può contro la Russia che tra le sue leve vanta addirittura giocatori di Serie A. Infine, nella finale per il terzo e quarto posto vince la Turchia e gli azzurri chiudono al quarto posto.

Emozionato per quanto vissuto, Matteo Bartoli ci racconta la sua prima esperienza azzurra: “Ho un piccolo deficit uditivo perciò sono risultato convocabile in questa Nazionale. È stata un esperienza unica e ho avuto modo di confrontarmi con un gruppo di persone fantastiche. Abbiamo vissuto la vigilia di ogni partita come dei veri professionisti cercando di fare tutto alla perfezione. L’unico rammarico è quello di non essere riusciti ad ottenere una medaglia ma è un gruppo nuovo, nato quest’anno, e credo ci siano tutte le possibilità per crescere facendo ancora meglio al Mondiale del 2020 che si giocherà a Chiusi Chianciano. Per quanto riguarda le mie caratteristiche, sono un giocatore che si può adattare a due ruoli ossia quello di schiacciatore ed opposto. Penso di aver dato il meglio di me e sono davvero contento di come sia andata anche se si può sempre migliorare. Penso di non aver dato mai in vita mia così tanto per uno sport come ho fatto durante questa esperienza. E’ stata una bellissima sensazione ritrovarci in campo uniti per la maglia azzurra della nostra nazione. Purtroppo questo evento non è stato molto pubblicizzato da tv e media, infatti, a Cagliari il pubblico non è mai stato molto. Spero che anche in Italia si possa lavorare in questo senso visto e considerato il Campionato del Mondo che si svolgerà tra un anno“.

Sfoglia la gallery fotografica completa sul nostro profilo Instagram: www.instagram.com/sportvaldarno

Articoli simili
Top
error: Content is protected !!