La Synergy Basket Valdarno presenta il parco allenatori: Franceschini e Pellegrineschi head coach delle prime squadre; ruolo di rilievo per Caimi

Nelle scorse ore la Synergy Basket Valdarno ha definito i quadri tecnici per quanto riguarda settore senior e giovanile in vista della prossima stagione sportiva. Come già anticipato la prima squadra iscritta al campionato di Serie C Gold sarà affidata a Filippo Franceschini che avrà come assistente Massimo Martucci mentre la neopromossa formazione di Serie C Femminile, trascinata in questa categoria proprio da Martucci, sarà guidata dal nuovo arrivato Gabriele Pellegrineschi.

Passando ai più piccoli spicca il ruolo di Riccardo Caimi che oltre ad essere Responsabile Tecnico di tutto il settore giovanile è stato confermato head coach degli Under 20, Under 18 ed Under 14. Per quanto riguarda l’Under 15 invece si prospetta una novità con l’arrivo al PalaDrago di Nicola Filippeschi mentre graditissimo ritorno per quanto riguarda l’Under 13 che scenderà in campo sotto i consigli del nuovo tecnico Carlo Dolfi.

Dopo la pausa estiva, inizieranno nuove sfide per la Synergy Basket Valdarno che promette di essere protagonista anche nella prossima stagione sportiva così come fatto in quella appena conclusa con la salvezza della prima squadra maschile, la promozione della prima squadra femminile, il secondo posto nella Coppa Toscana degli Under 16 e tanti altri grandi risultati.

Tornando al capitolo prima squadra queste le parole del nuovo Coach Filippo Franceschini il giorno della presentazione: “Sono estremamente felice e motivato per questa nuova avventura perchè so di arrivare in una società che per la categoria è una delle migliori per organizzazione e seguito. Dopo l’ultima annata sportiva che ho vissuto, sentivo la necessità di calarmi in un ambiente nuovo che mi desse tanta motivazione e fiducia.​ Penso di essere nel posto giusto perchè ho percepito la voglia e serietà che ha questa società di raggiungere gli obiettivi che insieme proveremo a raggiungere. Cercheró di portare alla squadra, tutta l’esperienza che ho avuto la fortuna di vivere negli ultimi anni tra un campionato di livello come la A2 e a ver lavorato per tanto tempo in uno dei settori giovanili più importanti d’Italia, raggiungendo sempre le finali nazionali di categoria.​ Sarà mia intenzione fin da subito, mettere nella testa dei miei giocatori una mentalità e un’etica di lavoro da professionisti, anche perché disputeremo un campionato estremamente difficile e competitivo come la C Gold e il modo di lavorare sarà sicuramente una delle chiavi per ben figurare”.

Articoli simili
Top
Vai alla barra degli strumenti