LV78 Sereto si aggiudica il derby di Cavriglia

LV78 SERETO – ASD SAN CIPRIANO 3-2


LV78 SERETO
Albizzi Saracini Billi Tempesta (23st Malvisi) Casella Bonaccini (11st Cirillo) Lovari (11st Nannini) Burini Giangeri Melani (30st Massini) Jarju
ALL Claudio Calosci


ASD SAN CIPRIANO
Giustelli Bartoli Banucci Casini Filippi Fusini Iacuzio Lavacchi Prapaniku Rossi Vincelli ALL Gabriele Luzzi A DISP. Baldini Crolla Giachi Grassi Lucchesi Righi Rosadi Crocini


RETI: 12pt  Prapaniku (SC) 18pt Jarju 20pt Giangeri 28pt Bartoli (SC) 31st Jarju


Cronaca scritta da LV78 Sereto – Inizio equilibrato, i primi 10 minuti sono di studio, poi al minuto 12 gli ospiti trovano il vantaggio, grazie ad uno svarione della difesa di casa: calcio piazzato, palla respinta,  rimessa in mezzo di testa, Prapaniku, a pochi passi dalla linea di porta trova la deviazione vincente. La reazione immediata dei padroni di casa porta subito al capovolgimento del risultato, infatti a cavallo del minuto 19 (18 e 20) LV78 SERETO trova due gol entrambi su punizione: nel pareggio, è Jarju a sfruttare la respinta del portiere dopo la punizione battuta da Lovari, nel gol del 2-1 è Giangeri che calcia il pallone direttamente alle del portiere ospite. Al minuto 25 LV78 Sereto, avrebbe l’occasione del 3-1 con Jarju: supera in velocità il suo diretto marcatore, si presenta davanti al portiere (bravo a chiudergli lo specchio) lo supera con un diagonale che finisce la propria corsa sul fondo a pochi centimetri da palo. Per la regola (non scritta) del gol sbagliato, gol subito gli ospiti al minuto 28 trovano il pareggio: un cross di Bartoli, dalla destra offensiva, prende una strana traiettoria (il vento ha condizionato  tutta la gara) che inganna Albizzi infilandosi in rete.  Nel secondo tempo gli ospiti prendono il pallino del gioco, ma l’occasione per il San Cipriano, arriva solo al minuto 14, quando Billi è costretto ad un salvataggio sulla linea, per evitare lo svantaggio. Con il passare dei minuti i padroni di casa riescono a prendere sempre più campo fino ad arrivare al gol del nuovo vantaggio. Minuto 31: cross di Jarju che beneficia del tocco ininfluente e leggero (la palla era diretta in rete) che inganna il portiere. Nei minuti finali da segnalare la traversa di Nannini (minuto 36) e il tiro successivo di testa di Giangeri che finisce di poco alto.
Articoli simili

Lascia un commento

Top