Moto Club Brilli Peri: grande successo per la seconda edizione del campus estivo

Anche la seconda edizione del campus estivo per giovani piloti di motocross ed enduro, organizzata dal Moto Club Brilli Peri di Montevarchi presso il circuito di San Galgano, in provincia di Siena, ha ottenuto un evidente successo. Quindici i ragazzini che hanno aderito all’iniziativa e che per tre giorni hanno praticamente vissuto in pista, dormendo nella foresteria del crossodromo o in tenda, mangiando sempre tutti insieme e soprattutto svolgendo un intenso programma di preparazione all’agonismo, sia teorico sia tecnico.

Il gruppo di piloti, di età compresa tra gli 8 ed i 14 anni, è stato affidato alle cure dello staff del Brilli Peri formato dal Tecnico Federmoto Fabio Franci, dall’Allievo Tecnico Alessandro Senesi, dalla personal trainer Elena Pazzagli e, per l’assistenza sanitaria, da Andrea Baglioni. I ragazzi sono stati divisi in due gruppi composti, rispettivamente, dai debuttanti e da piloti già formati e più esperti.

Ogni mattina la sveglia è suonata molto presto, i ragazzi hanno dovuto riordinare il “dormitorio”, hanno poi avuto tempo per una sana ed abbondante colazione prima di immergersi nel programma di lavoro giornaliero. Gli esercizi in moto sono stati sempre preceduti da sessioni di preparazione fisica, necessari per riscaldare i muscoli e preparare allo sforzo tutto l’organismo. Alle new entry è stato poi dedicato un piano imperniato soprattutto sui fondamentali (salto, curva, staccata, discesa, salita, partenza etc.) e per loro sono stati predisposti tracciati adeguati alle loro possibilità. I più esperti hanno potuto svolgere numerose sessioni di guida, sempre sotto l’occhio attenti dei tecnici che hanno fatto spesso ripetere i passaggi per mostrare ai ragazzi gli eventuali errori da correggere.

In un programma così intenso, reso ancor più impegnativo dal caldo torrido, non è mancata una mezza giornata di relax così come prevede il neonato Codice Etico di Federmoto che, laddove i tecnici avvertano stanchezza, contempla pause rilassanti con l’obiettivo primario di salvaguardare la salute e la sicurezza dei giovani. E così la comitiva è stata accompagnata a visitare la famosa Abbazia di San Galgano, luogo di culto risalente al ‘200, che appare tutt’oggi scoperchiata, ma anche il celeberrimo Mulino Bianco che esiste davvero (non solo sulle confezioni di diffusissimi prodotti da forno) e si trova ugualmente nella zona di Chiusdino. Il lungo week-end si è chiuso con una spettacolare esibizione dei piloti più grandi che hanno simulato una gara di enduro. Tra grigliate, pizzate, serate dedicate alla visione dei filmati del Supercross USA e telefoni cellulari consentiti solo per un quarto d’ora al giorno, i ragazzi hanno vissuto un’esperienza che tutti hanno definito meravigliosa, trovandosi anche coinvolti con un ruolo attivo nel funzionamento del campus e responsabilizzati.

Non sono stati pochi i genitori che hanno accompagnato i propri figli e con fiducia li hanno affidati allo staff, facendosi rivedere al momento dei saluti; altri si sono invece trattenuti, hanno collaborato ma hanno anche lasciato che i tecnici portassero avanti il loro programma, senza alcune ingerenza. Massima soddisfazione, dunque, anche da parte delle famiglie. Al termine della pausa agostana, la stagione sportiva riprenderà per vivere la sua fase più emozionante, con la fine dei campionati e le grandi sfide regionali e nazionali. Alcuni degli esordienti di San Galgano scenderanno anzi in pista, a Montevarchi, l’8 settembre nella gara regionale del trofeo Primi Passi, appositamente  concepito per loro. I più grandi hanno invece già in agenda le prossime gare.

Articoli simili
Top
error: Content is protected !!