USD Terranuova Basket: un biancorosso negli States racconta il basket d’oltreoceano

Lorenzo Falcioni, classe 2001, gioca nell’USD Terranuova Basket e passa molto del suo tempo estivo negli Stati Uniti d’America.

Incuriositi dalla possibilità di scoprire l’atmosfera che si vive sui campetti di basket statunitensi e le differenze con quella valdarnese abbiamo chiesto a Lorenzo di rispondere a qualche domanda.

Lorenzo, cosa fai a San Francisco e come è vissuto il basket negli States?

“San Francisco posso definirla la mia seconda casa, é il paese di origine di mia mamma ed é una città molto europea. Il motivo principale del mio viaggio é per stare con i miei nonni ma a me piace tanto essere negli Stati Uniti. Il basket negli Stati Uniti é visto come il calcio in Italia e tutti sono coinvolti in un modo o nell’altro. Ovviamente mi sto allenando per tenere il ritmo. Vado ad un palazzetto vicino a casa dei miei nonni. Tutti i palazzetti non privati qui devono essere aperti al pubblico cosa che purtroppo in Italia non é possibile”.

Pratichi basket sin da quando eri ragazzino, le tue origini americane hanno influito nella scelta?

“Sinceramente non hanno influito molto nella scelta, diciamo che il tutto é venuto da mio padre che giocava a pallacanestro nella Fides. Comunque per me é un vantaggio avere la possibilità di venire qui e poter conoscere persone attraverso la pallacanestro. Tutti i campi con attrezzature sportive sono sempre utilizzati, tutto il giorno e tutti i giorni, da tutti i tipi di persone, é incredibile ma la cosa più bella é che c’è sempre modo di inserisi anche se non conosci nessuno riesci a trovare qualcuno con cui giocare e se ti vedono in disparte t’invitano a farlo, bellissimo”.

Quali sono le differenze sostanziali di vivere lo sport con il nostro paese?

“Lo sport qui é completamente un altro mondo rispetto all’Italia. Innanzitutto si parte da fare sport a scuola, non esistono squadre private dove fare gli allenamenti. La cosa più interessante é che ci sono buone possibilità di prendere una borsa di studio grazie allo sport che pratichi a scuola. Ovviamente tutto quello poi porta a diventare un professionista e a raggiungere i propri obiettivi. Però la cosa fondamentale é non dimenticare di divertirsi, perché il grande basket vince sempre”.

Eureka Valley Recreation Center

 

Articoli simili
Top
error: Content is protected !!