Valdambra KO contro Pino

Pino-Valdambra 74-69

La squadra del presidente Bulletti si presentava a Firenze senza Cetoloni e Benassai, infortunati, ma anche con Basilicó a mezzo servizio per un infortunio che gli ha impedito qualsiasi attività durante la settimana.
Dopo un primissimo buon inizio e Stagi in evidenza, lo Sporting ha spesso clamorosamente ceduto il controllo dei rimbalzi difensivi al Pino e come conseguenza ha subito doppi e tripli tiri chiudendo il primo tempino in svantaggio per 20-13.
Nel secondo tempino, lo Sporting riusciva a superare meglio l’aggressività dei padroni di casa, ma nel contempo cadeva in diverse distrazioni difensive che si concretizzavano in facili canestri subiti, nervosismi e falli a carico dei verdi di coach Pavese. Il Pino reggeva qualche strappo sfavorevole, ma manteneva comunque la forbice del distacco allungando di nuovo nelle ultime fasi e chiudendo in vantaggio la metà gara per 42-33.
Nel terzo quarto, si vedeva uno Sporting trasformato, soprattutto in difesa, che creava gravi difficoltà al Pino. La squadra di Pavese si esaltava e metteva a segno un lungo break che addirittura la portava in vantaggio di qualche punto. Il Pino, alla fine, trovava un po’ di energie mentali per reagire e si riportava di nuovo in vantaggio per il finale di frazione (56-53).
Nell’ultimo quarto, la squadra di Ponticino provava a ripetere la miglior difesa possibile, ma i falli e il nervosismo con gli arbitri non favorivano un nuovo break. Le squadre andavano quindi avanti punto a punto fino al nuovo allungo del Pino negli ultimi minuti. Valdambra però non era ancora finito e con un paio di lampi di Basilicó rientrava a un possesso di distanza. Le fasi conclusive erano concitate. Valdambra arrivava fino al meno uno con una penetrazione di Tello, ma poi non trovava la concentrazione e la precisione giuste per giocare al meglio i propri ultimissimi tentativi. Il Pino, pur sbagliando alcuni tiri liberi che potevano diventare decisivi per le sorti della gara, approfittava degli errori degli ospiti per vincere (74-69) una gara agguerrita e molto equilibrata.
Lo Sporting deve ancora una volta rimpiangere alcune ingenuità nell’aver concesso al Pino tante cose. Ad iniziare del controllo iniziale dei rimbalzi, ai tiri liberi regalati ai biancoverdi di casa dopo aver subito falli tecnici o antisportivi, ma anche per non aver conservato la lucidità giusta nel finale di gara, problema quest’ultimo che ha compromesso anche altre gare nel corso del campionato.
La contemporanea vittoria di tutte le altre “concorrenti” alla salvezza impone ora a Bucciolini e compagni di cambiare marcia con la speranza che il testa-coda di sabato prossimo contro Campi Bisenzio possa regalare ai sostenitori dello Sporting una soddisfazione di altissimo valore.

Tabellini Sporting Valdambra

Basilicó 7, Sbolci 3, Stagi 23, Cacioli L. 2, Bucciolini 6, Cacioli G. 14, Tello 11, Rossini 3, Sacchetti.
All.re Pavese.
Staff: Resti

Articoli simili

Lascia un commento

Top